Home > politica, società > Affossare l’ “interessocrazia” al potere

Affossare l’ “interessocrazia” al potere


Grillo a Woodstock 5 Stelle

Grillo a Woodstock 5 Stelle

Si può discutere all’infinito sul carattere demagogico, popoulista etc. delle affermazioni di Grillo, ma non si può non intravvedere nella sua attività un elemento di novità sempre più raro nel regime italico: la parola ai giovani! Uomini e donne che hanno la possibilità di misurarsi con la politica, senza passare per la militanza in questo o quel partito, senza dover sottostare allo zombie di turno, il quale, trincerandosi dietro l’esperienza politica, soffoca l’entusiasmo dei figli, al solo fine di tutelare gli interessi della casta al potere. Sentire un ragazzo sulla trentina esprimere le proprie idee ringalluzzisce e lascia intravvedere un barlume di speranza per questo paese, che massoneria e mafie, per il tramite dei variopinti dinosauri incollati alla poltrona, stanno portando sulla via del non-ritorno. La scossa al sistema che i movimenti costruiti dal basso possono dare è evidenziata ulteriormente dall’oscuramento dei mass-media di regime. Gli auto-eletti mafiosi massoni hanno talmente timore di essere estirpati dalla loro nicchia di potere che non trovano di meglio che additare la novità emergente come “la volontà di un comico di fare politica”. La realtà invece è ben altra: i giovani cominciano a svegliarsi dal torpore nel quale sono stati inglobati da una informazione stilizzata a difesa del sistema costituito. La reazione della casta “interessocratica”, dunque, è la riprova della pacifica rivolta in atto, perché più le iniziative dei movimenti si moltiplicano più il sistema reagisce cercando di distogliere l’attenzione, magari propinando il gossip sulle case dei cognati o il ritorno del pluritrombato Veltroni. Purtroppo per loro, internet ha creato una nuova via di contatto e di proselitismo che, se davvero cominiciamo a crederci, porterà finalmente alla “cacciata” dei nullafacenti pregiudicati dalle leve del comando. Allora, il visibile timore del nuovo che porta la casta a chiudersi a riccio, al solo scopo di difendere la pensione che matura dopo 2 anni e mezzo di dolce far nulla o il potere di favorire il familiare o l’amico dell’amico, ci fa capire che le affermazioni di Grillo sono soltanto delle verità di fondo che nessuno dotato di buon senso può disconoscere. Cos’ha di demagogico pretendere che in Parlamento siedano soltanto persone oneste? Cosa c’è di populistico nel volere che il politico non sia un mantenuto a vita ma un servitore a tempo della collettività? Ecco cosa vogliono i giovani ed ecco cosa un comico sta offrendo loro: esprimere le proprie idee, senza compromessi con il sistema massone-mafioso-autoelettivo che fa finta di governare uno stato sulla via del non-ritorno. Io ci credo!

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: