Home > politica, società > Il privilegio

Il privilegio


ParlamentoIl vero problema dell’Italia non è il dittatorello di Arcore, come cercano da anni di propinarci quelli della (non) opposizione. A costui basta poco per essere contento: sottrarsi impunemente ai processi con qualche leggina ad personam di giorno e una bella e giovane gnocca di notte che gli faccia dimenticare la senilità che inesorabilmente coglie ogni essere umano. Il vero problema è invece la ricerca e la strenua difesa del “privilegio”. E’ un tarlo che si insinua nel sostrato della società in maniera tanto subdola che spesso nemmeno ce ne avvediamo, esplodendo poi in tutta la sua odiosa meschinità nell’atteggiamento della immorale classe dirigente dello stato. La difesa ad oltranza del privilegio è l’unica azione che mette d’accordo tutti, ma proprio tutti in parlamento. Qualche giorno fa l’IDV ha presentato una proposta di abolizione del vitalizio che spetta al parlamentare dopo due anni e mezzo di faticoso ed usurante lavoro: hanno votato tutti contro, ma proprio tutti (tranne l’IDV proponente)! Del resto, hanno ragione: un povero parlamentare che si è fatto il culo per procacciarsi i voti necessari ad essere eletto, magari costretto a tal fine a chiedere aiuto alla mafia o alla camorra con la promessa di diventare loro referente all’interno delle istituzioni, che per oltre due anni si è dovuto recare in Parlamento a sentire le risposte ai quesiti di un ministro che magari non conosce nemmeno la grammatica, insomma un poveraccio che per due anni e mezzo si è sobbarcato l’arduo compito di gestire la cosa pubblica e nemmeno gli vogliamo riconoscere la pensione? Qualche giorno fa, il buon Tabacci ha proposto di dirottare una parte, neanche tutto, ma una parte soltanto dei finanziamenti ai partiti (peraltro illegali dopo il noto referendum) alle università: indovinate un po’ come ha reagito la Camera? Hanno votato tutti, ma proprio tutti, tranne qualche astenuto, contro! In effetti, cosa si pretende? Che i partiti (ancora oggi privi di democrazia interna) li mantengano gli iscritti? Ad essere onesti quello del privilegio non è un problema solo italiano (almeno in questo non ci distinguiamo dagli altri): anche l’Europarlamento continua imperterrito ad aumentare gli stipendi dei propri funzionari: perché dovrebbero pagare anche loro la crisi che loro stessi hanno contribuito a creare? E che so fessi, direbbe il principe della risata. E’ proprio il privilegio, dunque, il vero male della moderna società, retaggio di un dna, tipicamente umano, vecchio quanto il mondo! Ecco, dunque, cosa bisogna estirpare per cercare di cambiare finalmente le cose: il privilegio. Tuttavia, esso è talmente connaturato allo stadio umano che è necessaria una rivoluzione epocale, che smuova le coscienze di tutti, facendo capire alla “razza” umana che per avere un mondo almeno un po’ migliore bisogna rinunciare a qualcosa, bisogna ridistribuire le risorse e le ricchezze. Per il momento, i politici italiani, ma non solo, restano ancorati ad un modo obsoleto di gestire la cosa pubblica di chiaro stampo medievale, dove il signore, nel chiuso del suo castello, faceva e disfaceva a suo piacimento, sicuro che il vulgo gli avrebbe portato rispetto per diritto di nascita. Oggi, invece, l’investitura avviene attraverso il “sacro” voto dell’elettore, spesso frutto di scambio o di miopia o di mera speranza. La sostanza non cambia: l’interesse personale prima della collettività, il senso della famiglia (in senso lato) prima di quello di stato, l’amor proprio prima di quello comune e un senso di immunità/impunità che spetta per il ruolo ricoperto, a prescindere dal merito. Tutto il resto è soltanto conseguenza del privilegio, abbattuto il quale, quindi, ci leveremo dalle palle il dittatorello, bondi, bersani, fassino, fini, casini e il resto della classe dirigente che dirige unicamente i propri interessi.

Annunci
  1. 4 dicembre 2010 alle 14:21

    Questa gente è morta dentro. Direi di voltare pagina creando il nuovo.

    Per farlo occorre che noi facciamo un percorso, ad es. di questo tipo:

    http://www.youtube.com/view_play_list?p=980B40269DD0BB9E

    Ciao e buona fortuna. ET

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: