Home > politica, società > Sanno cosa succede di fuori?

Sanno cosa succede di fuori?


14-12-fiducia risicata e scontri a Roma

Battaglie per il potere e contestazioni

Il governo del dittatorello ha avuto la fiducia. Dopo una patetica corsa al raccatto, mediante variegate elargizioni, l’ha spuntata per ben 3 voti. Ma mentre dentro il letamaio istituzionalizzato si “combatteva” una dura battaglia finalizzata al mantenimento del potere, di fuori, per le strade della capitale, impazzava la protesta, anche forte. Ma gli occupanti del letamaio ne erano a conoscenza? Sapevano che fuori c’erano centinaia di migliaia di giovani stanchi di questo regime “interessocratico”? Non credo proprio, perché altrimenti, anziché insudiciare ancora una volta e sempre di più, con la compravendita di politici, una democrazia ormai al tramonto, avrebbero rassegnato, tutti (maggioranza e opposizione), le dimissioni, dichiarando, con onestà, di essere la causa di ciò che stava accadendo fuori. Ma non l’hanno fatto e non lo faranno, perché nel loro mondo dorato le paure, le ansie e la stanchezza del popolo, e soprattutto dei giovani ai quali stanno rubando il futuro, sono tenute fuori, protetto dai servi in divisa del potere, i quali anziché difendere e sostenere i cittadini, fanno da scudo con manganelli e cariche ai veri delinquenti che hanno disossato la collettività per gonfiare i propri portafogli. Che si levino pure le critiche buoniste e moraliste di chi biasima i comportamenti “violenti”, pur di mascherare la vera violenza, che è perpetrata dalla cricca che da anni (mal)governa questo paese. Purtroppo per loro, non potranno più fermare un movimento che comincia a crescere e che solo manifestando la propria rabbia e il proprio odio per i mascalzoni riesce a far sentire la propria voce. Di fronte alle nefandezze continue dei suoi rappresentanti (mercato dei voti, escort, minorenni, teatrini, revirement improvvisi), la media borghesia italiana non trova di meglio che stigmatizzare l’atteggiamento dei violenti che mettono a soqquadro la via dello shopping, anziché andare lì, entrare nel letamaio istituzionalizzato e buttare finalmente giù gli sciacalli della crisi ideata ad arte per tentare di mantenere un potere che ormai vacilla.

Annunci
  1. 15 dicembre 2010 alle 08:53

    Ma se ne fregano?!?

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: