Home > politica > Cominciano ad avere paura

Cominciano ad avere paura


image

Le maniche le ho rimboccate ... mica pretendete che comincio a lavorare!!

Il segretario con le maniche di camicia rimboccate ha lanciato il suo monito: «Siamo nei guai. Se c’è qualcuno che pensa di stare al riparo dall’antipolitica si sbaglia. Se non la contrastiamo, spazza via tutti». Un segno evidente che i politicanti itaolioti cominciano ad avere paura! Bersani, però, non dice chi è che ha creato l’antipolitica, non fa il mea culpa per aver concorso, con tutti gli altri politicanti che siedono in parlamento, a creare un senso di diasagio nei cittadini nei confronti dei partiti e della poltica in generale. L’antipolitica è un sentimento che si è formato a causa degli odiosi privilegi di cui godono questi signori che, in genere, fanno della militanza politica la loro professione. E più passa il tempo, più il sentimento di odio nei confronti di questi balordi aumenta. Oltre agli scandali dei finanziamenti pubblici di lega e margherita, è di pochi giorni fa la notizia che la Commissione Giovannini, istituita per confrontare gli stipendi dei parlamentari italiani con quelli dei colleghi europei, al fine di tagliare gli emolumenti adeguandoli a quelli dei deputati degli altri paesi dell’europa, ha rimesso il proprio mandato perché «nonostante l’intenso lavoro svolto nei mesi scorsi i vincoli posti dalla legge, l’eterogeneità delle situazioni riscontrate negli altri paesi e le difficoltà incontrate nella raccolta dei dati non hanno consentito alla Commissione di produrre i risultati attesi». Per l’ennesima volta, dunque, gli stipendi dei parlamentari non verrano tagliati! In italia si tagliano le pensioni, si tagliano gli operai, si tassano le prime case senza differenze, ma non si tagliano mai i costi della politica. Se questa è la situazione, fa bene il segretario del partito inesistente bersani a gridare ai suoi compari di stare attenti, perché il ciclone populista dell’antipolitica colpirà tutti. Un grido di terrore, un lamento da parte di chi, non avendo mai lavorato in vita sua, dopo il licenziamento decretato dall’antipolitica non saprà cos’altro fare, se non godersi il meritato vitalizio per la militanza politica di tanti anni. Speriamo che arrivi presto la resa dei conti per questi signori, che sono aggrappati alle poltrone istituzionali da tempo immemore e che, dopo aver spolpato per bene la cosa pubblica, continuano ad agitare la loro arrogante presunzione di portatori di idee nuove per assumere la guida dello stato. Ma loro sono soltanto il vecchio che vuole avanzare a tutti i costi, baluardo di un sistema ormai decotto, che anziché assumersi le responsabilità del declino, morale ed economico, del nostro stato, lanciano dai palchi su cui ancora vengono ospitati strali contro il populismo e l’antipolitica, facendoli passare per il male della nostra società senza accorgersi, o facendo finta di non accorgersi, di esserne i principali fautori. Ma possibile che per un vero rinnovamento della classe politica occorra attendere quell’evento naturale al quale neppure loro possono sottrarsi?

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: