Home > politica, società > Il merito al contrario tipicamente italiano

Il merito al contrario tipicamente italiano


Gioacchino Gabbuti

Gioacchino Gabbuti, il “prezioso” AD di ATAC

Il servizio pubblico gestito dall’atac nella capitale non funziona. Basta provarlo un giorno e se ne esce con le ossa rotte (autobus che non passano mai, mezzi stracolmi di gente, macchine usurate e spesso sporche etc.). Eppure, i dirigenti dell’azienda sono stipendiati più del presidente degli stati uniti d’america. Basti pensare che gioacchino gabbuti – nientemeno che direttore generale di atac patrimonio – guadagna 585.000,00 euro annui (http://ilportaborse.com/2012/03/i-superstipendi-di-tutti-i-dirigenti-dellatac/), mentre obama “soltanto” 275.000,00 euro (e i suoi collaboratori ancora di meno http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-07-02/casa-bianca-svela-stipendi-182601.shtml?uuid=Aa0j0pkD). Ora mi chiedo: ma perché questi dirigenti pubblici guadagnano tanto? Che merito hanno mostrato o acquisito? Ma davvero questi dirigenti lavorano più del presidente degli stati uniti d’america? Possibile che un tal gioacchino gabbuti sia così indispensabile da pagarlo tanto per timore che possa andare a dirigere qualche azienda privata? Ma chi è quel pazzo che, conoscendo lo stato del trasporto pubblico romano, “ruberebbe” questo fior fiore di dirigente all’azienda pubblica? In realtà, uno stipendio tanto cospicuo non è dettato dalla necessità di trattenere i dirigenti migliori né dalla particolare capacità di gestire dagli stessi dimostrata, visto i risultati che portano. Queste aziende pubbliche, è fatto notorio, costituiscono un mero bacino di voti, di clientelarismo tipicamente itagliano, per cui il sindaco ci mette a capo il proprio parente o amico di turno, ricompensandolo con soldi pubblici spesi malissimo, visti i risultati. E alemanno non si è sottratto alla tradizione politica del bel paese, cercando anzi di primeggiare, a tutti i costi, nella speciale classifica dello sfruttamento delle municipalizzate (http://www.repubblica.it/cronaca/2010/12/09/news/roma_la_parentopoli_di_alemanno_duemila_assunti_nelle_municipalizzate-9987016/). Quand’è che si deciderà di intervenire su queste situazioni vergognose? Quand’è che in parlamento verrà approvata una legge che imponga un tetto “rigido” agli stipendi di questi pseudo-dirigenti, che per giunta, come tutti sanno, possono ricoprire queste cariche soltanto per “aderenze” e non per effettivi meriti? Ma possibile che nessuno di quelli al vertice decida finalmente di intervenire per far funzionare le cose? Ah già, dimenticavo: coloro che dovrebbero intervenire son quelli che mai hanno preso un mezzo pubblico!

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: