Home > politica > La verità

La verità


Giorgio Napolitano

Giorgio Napolitano – fatelo telefonare in pace (©foto di Adamo Di Loreto)

“Si sta lavorando e si deve lavorare senza sosta e senza remore per la rivelazione e sanzione di errori ed infamie che hanno inquinato la ricostruzione della strage di via D’Amelio. Si deve giungere alla definizione dell’autentica verità su quell’orribile crimine che costò la vita a un grande magistrato protagonista con Giovanni Falcone di svolte decisive per la lotta contro la mafia”, queste le parole di napolitano per la commemorazione della strage di Via d’Amelio. Ma quale verità? Quella degli altri? Eppure proprio napolitano ha sollevato il conflitto di attribuzioni contro la procura di palermo per l’utilizzo di intercettazioni nelle indagini sulla ormai nota trattativa tra stato e mafia. Una indagine che vede coinvolto, tra gli altri, l’ex ministro dell’interno in carica all’epoca, mancino, che si rivolgeva al quirinale (parlando al telefono con il consigliere giuridico di addormentato napolitano e con lo stesso napolitano in un momento di dormiveglia) per sollecitare attenzione al suo caso. Il presidente della repubblicva di fronte all’intenzione della Procura palermitana di mantenere agli atti del procedimento anche le intercettazioni che interessano le utenze del quirinale, ha sollevato davanti la Corte Costituzionale il conflitto di attribuzione perché le intercettazioni telefoniche che coinvolgono, anche indirettamente, il capo dello stato sono ”assolutamente vietate”, comportano ”lesione delle prerogative costituzionali del presidente della repubblica” e comunque non possono rimanere in atti processuali. Ma allora, di quale verità parla napolitano? La verità parziale di coloro, i politici, che cercano di nascondere le loro malefatte dietro l’arresto della manovalanza di cosa nostra? Il buon napolitano, da buon politichetto di vecchia data, si sveglia soltanto quando si stratta di difendere i propri interessi. La verità, agendo in questo modo, sarà una mera verità giuridica, quindi una mezza verità, perché basata soltanto su ciò che processualmente può essere utilizzato e ciò che non può essere utilizzato dai giudici! E’ vergognoso che il capo di uno stato demolito dalla mafia impedisca a chi di dovere di estirpare tale cancro. Ma i nostri governanti sono da sempre conniventi, nonostante le affermazioni di facciata! Tutti uguali, tutti! Ma anche per lui verrà il momento di abbandonare quella soffice poltrona, perché laddove non arriva l’uomo, ci pensa la natura! E un giorno la Verità verrà finalmente alla luce, e solo quella sarà Verità!

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: