Home > politica, società > E’ troppo banale cambiare le cose…

E’ troppo banale cambiare le cose…


Fiorito

“io sono io e voi non siete un cazzo!”

Da giorni si parla della schifosa vicenda dei consiglieri regionali della regione lazio, come se si trattasse di un qualcosa di atipico e nuovo. Quasi che la vox populi del “magna magna” fosse pura leggenda o (come voleva dare a credere il macho man di arcore) frutto della invidia dei comuni mortali nei confronti degli eletti (non in senso di rappresentanti eletti dal popolo, ma di privilegiati). La verità è che la corruzione, il malaffare e le malversazioni dei politici sono sotto gli occhi di tutti, tutti i giorni: dalle raccomandazioni sui luoghi di lavoro o ad un concorso, ai favori agli amici. Si tratta del modus operandi tipico dell’intera società italiana, la quale, evidentemente, priva di un solido sostrato di civiltà, considera il benessere personale come uno status symbol, da perseguire a tutti i costi, meglio se a spese degli altri. Ed ecco che i politici, di ogni estrazione e colore, cercano il posto in una istituzione per lucrare, per portare a casa soldi facili per fare la bella vita. L’istituzione, quindi, e lo stato in primis, non è vista quale luogo di direzione della comunità, ma come strumento di arricchimento e favoritismi personali. Dal dopoguerra è sempre stato così! Altrimenti non si spiegherebbe che in parlamento siedono le stesse facce da culo anche da 40 anni! Non si spiegherebbe come un maiale di nome fioriti, dopo aver sottratto alla comunità fondi pubblici per spese personali, abbia il coraggio di minacciare che si ricandiderà! Non si spiegherebbe la sceneggiata, stile napoletana, della polverini, che anziché assumersi le proprie colpe (ma non era la presidente della giunta?), si scaglia sugli altri. Eppure lo stato delle cose potrebbe essere modificato con degli interventi molto semplici, che, pur non azzerando il fenomeno, quantomeno potrebbero aiutare a modificare la mentalità inculcata nell’italiano medio, di cui la delinquenza politica si nutre: 1) eliminazione del finanziamento pubblico a partiti, partitini, gruppi e gruppetti; 2) una legge anticorruzione con i controcoglioni, con la interdizione definitiva dai pubblici e privati uffici di chi viene colto con le mani nel sacco, facendo rientrare nel reato di corruzione anche la raccomandazione; 3) adeguamento dello stipendio di parlamentari, consiglieri e assessori a quello medio previsto dal contratto collettivo nazionale dei metalmeccanici, con possibilità di rimborso spese parametrato a giustificativi e per attività concretamente svolte nell’interesse dell’ente; 4) non più di due mandati complessivi (a prescindere dalla poltrona occupata). Si tratta di una mera utopia, ovvio! Basti considerare che i deputati che compongono l’attuale parlamento non approvano nemmeno il testo anticorruzione, molto morbido, presentato dal governo dei banchieri. Si tratta di 4 cose ovvie, quasi banali, le quali porterebbero ai seguenti risultati: eliminazione di inutili spese per i candidati alle elezioni, che verrebbero votatu non per i numerosi manifesti affissi, che tra l’altro sporcano, con quelle facce di bronzo, le città, ma solo per le idee che esprimono; candidatura alle elezioni di chi davvero ha voglia di dare una mano alla collettività, governandola per vocazione e non per arricchirsi; eliminazione dalla vita pubblica dei corrotti; taglio dei legami gelatinosi tra poteri forti e governanti. Una proposta del genere verrebbe tacciata con i termini di “populismo”, “antipolitica”, “demagogia” e compagnia bella, ossia tutte quelle parole senza significato con cui gli attuali politici bollano tutte le iniziative volte a levargli la poltrona da sotto il culo flaccido. O forse è troppo banale per quei delinquenti al potere che sono abituati a trovare le soluzioni più ingegnose pur di continuare a fottere il prossimo?

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: