Archivio

Posts Tagged ‘Bossi’

Neppure lui sapeva


Bossi senjor e junior - il passaggio dei liquidi

Bossi senjor e junior - il passaggio dei liquidi

In questi giorni è scoppiata la bufera lega nord. Finanziamenti pubblici utilizzati, tra l’altro, per ristrtutturare la casa del lìderissimo cel’hoduro bossi, il quale si difende esclamando: “Denuncerò chi ha utilizzato i soldi della lega per sistemare la mia casa”. Ormai scajola ha fatto scuola! Anche il senatùr non sapeva che la ristrutturazione della sua casa è stata pagata da altri!  Che anche la lega fosse niente altro che un partito ladrone e familiaristico lo andiamo dicendo da tempo, che bossi dica stronzate è cosa nota, ma che l’umbertone si difenda allo stesso  modo di democristiana memoria utilizzato da scajola ci mancava! Inutile dire che a questo punto cominceranno gli insulti per i magistrati, rei di voler colpire la lega in vista delle prossime amministrative. La verità è sempre la stessa: possono definirsi puri e duri, possono sobillare la gente promettendo una fantomatica liberazione da roma ladrona, ma stringi stringi sempre politicanti sono! Ma ancor più difficile è capire com’è possibile che ci sia ancora tante gente che continua a difendere questi delinquenti, il cui unico obbiettivo è sistemare sé e i propri familiari, fottendo lo stato in ogni modo possibile…  Quand’è che impareremo a mandarli tutti a cagare?

Annunci

La coda verde è di paglia


Usanze romane

Usanze romane

La lega di cel’ho duro bossi è sempre più in difficoltà. Fini annuncia che tra i baby pensionati c’è anche la moglie di bossi, andata in pensione alla veneranda età di 39 anni, e alla camera dei delinquenti comincia la rissa! Fini è un traditore, deve dimettersi etc. Perché? Perché ha detto in tv che a differenza di quel che dicono i leghisti i ladroni non sono sempre nella capitale? Ma soprattutto che la ladrona in questo caso è proprio la moglie del fondatore del partito dei puristi? La vergogna non ha davvero limiti: anziché sdegnarsi con chi ruba il futuro ai giovani, i leghisti se la prendono con chi, anche se a solo scopo evidentemente elettorale, dice nient’altro che la verità. Questa vicenda ancora una volta conferma che i politicanti della lega non sono altro che sfruttatori delle risorse pubbliche, che in nulla si differenziano da membri di pdl, pd, idv, udc e partitini vari che occupano illegittimamente  le istituzioni. Ma tanto si sa, i delinquenti e lacché aggrappati alle poltrone romane hanno un unico obbiettivo: tutelare i propri interessi. E la lega non è da meno, soprattutto quando si tratta di tutelare il capo supremo, quello dal dito medio facile. Solo che un bel dito medio se lo meriterebbe la moglie, che senza aver versato contributi vive di rendita, partecipando dolosamente alla demolizione del nostro stato sociale! Ma a lei cosa frega? Il figlio è consigliere regionale, lei si gode il vitalizio, il marito è pluristipendiato da roma: la famigliola padana è al sicuro da ogni turbamento. Sono gli altri che alla pensione nemmeno ci arriveranno, compresi i giovani padani!

Categorie:politica Tag:, , ,

La sede di rappresentanza

21 giugno 2011 4 commenti

Calderoli e Bossi

Calderoli e Bossi giocano con le targhe dei ministeri

Altra formidabile puntata dell’inesauribile teatrino della politica italiana.  Le frontiere del ridicolo si allargano in ogni direzione. Dopo la sagra delle vacuità in salsa verde che si è tenuta domenica, oggi, anzi, questa notte (per far capire il tenore drammatico della situazione), i vertici di PDL e Lega hanno trovato l’accordo sui “Ministeri al Nord”; il nuovo slogan lanciato alle masse padane con chiaro intento di distrazione, venduto come affrancamento del nord da Roma ma che sembra sempre più la romanizzazione del Nord.  Ma, andiamo con ordine. Sull’onda dell’inesorabile declino del nostro amato Presidente del Consiglio, culminate con i fallimenti elettorali e referendari, tutti i suoi prezzolati sostenitori hanno iniziato ad alzare il prezzo, consci da un lato che  la manna rischia di finire e dall’altro di essere sempre più indispensabili. Naturalmente la Lega si trova ad essere l’unica ancora di salvezza del Premier; in parole povere lo tiene per le palle! Figura retorica poco elegante ma estremamente fedele alla realtà! E allora la Lega stringe (le palle intendo) e alza il prezzo. Perchè dover andare a Roma per fare i “ladroni” ? Facciamoci portare la poltrona al Nord! Et voilà! La Lega vuole dei ministeri al Nord!! Richiesta con forte impatto nell’immaginario del padano comune, e che permetterebbe di gestire potere e posti di lavoro (e quindi voti) in casa propria; proprio mentre si stanno perdendo voti nelle proprie roccaforti in cui i leghisti stanno aprendo gli occhi sull’imbastardimento e l’assoluta inconsistenza dei propri rappresentanti, troppo impegnati a godersi la poltrona. Tutta questa premessa per arrivare a questa notte, quando Berlusconi ed il PDL si spremono le meningi sul come non far vedere a tutta l’Italia quanto se ne fregano dello Stato e soprattutto quanto strette siano le proprie palle tra le maglie dell’armatura di Alberto da Giussano. E la Lega aspetta, stringe … e aspetta. Ed ecco l’invenzione  : nel pieno rispetto del «principio della unicità della sede» delle funzioni di governo e dell’articolo 114 della Costituzione che assegna a Roma lo status di capitale, il governo può istituire, nell’ambito di ciascun ministero, «sedi di rappresentanza operative» in altre aree del territorio e stabilisce anche che le sedi distaccate non possono comportare «maggiori oneri» a carico dello Stato. Ora … qualcuno mi spiega che minchia è una sede di rappresentanza operativa?!?!? Cosa opera una sede di rappresentanza?!? E come fà ad essere senza oneri?!?! Le alloggiamo tutte in tenda? Gestite da volontari?!? Che comunicano con la sede centrale con i piccioni viaggiatori?!?! Perchè ho la strana sensazione che mi stanno prendendo in giro?!?!?!? Vi prego ditemi che è tutto uno scherzo …

Anche lui è diventato un extraterrestre!

19 giugno 2011 1 commento

Pontida 2011

Pontida 2011

Al raduno di pontida ha finalmente parlato bossi! Erano giorni che non si aspettava altro: cosa dirà? Pollice verso al macho man di arcore? Tirerà di nuovo fuori i mitici coglioni padani? Televisioni collegate, giornalisti: l ‘evento del mese nella politica italiana. Ma la montagna ha partorito il topolino: spostamento di qualche ministero al  nord, taglio ai costi della politica, riduzione dei contingenti nelle missioni militari, modifica del patto di stabilità. In altri termini: cosa cazzo ha fatto la lega  negli ultimi dieci anni di governo? C’era bisogno del raduno di pontida per promettere il taglio delle auto blu o la riduzione del numero dei parlamentari? E in tutti questi anni in cui i parlamentari padani hanno seduto nelle comode poltrone di montecitorio, gonfiandosi i portafogli con i soldi dei cittadini, anziché parare il culo flaccido del loro fido alleato perché non  hanno mai presentato una proposta di legge per realizzare quanto adesso chiedono? Sembra anche lui venuto dallo spazio: vuole tutto ciò che i cittadini di buon senso chiedono da sempre! Benvenuto sulla terra signor bossi!!! Come mai in questi dieci anni di governo la lega ha sempre appoggiato le missioni all’estero, ha sempre votato le finanziarie di tremonti, ha sempre incassato i rimborsi elettorali? In realtà, l’umberto nazionale è solo un politico medio, figlio della seconda repubblica, che non è altro che un riciclo del peggio della prima repubblica, la cui furbizia è consistita nel farsi portavoce, a chiacchiere e parolacce, di un malessere di cui non si è mai preoccupato di evidenziare nelle sedi opportune. Quel malessere, infatti, è stata una rendita vitalizia per lui e i suoi scagnozzi; è stato il bacino di voti per accaparrarsi i milionari rimborsi elettorali che oggi vorrebbe tagliare e  le comode poltrone di roma ladrona. Non è un caso se nel comizio odierno l’umberto nazionale non ha potuto snocciolare i grandi successi per il cui conseguimento la lega è uffcialmente nata: secessione, federalismo, legalità, sicurezza, taglio delle tasse etc. Nulla di questo è stato fatto, ed infatti il buon maroni ha dovuto rivendicare la paternità dei respingimenti come grande obiettivo realizzato dalla lega. Che pena!!!

Categorie:politica Tag:, , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: